Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 
Video e avvisi

Sicurezza

Video e avvisi

Affittasi/Cercasi alloggio

Alloggi per studenti

Affittasi/Cercasi alloggio

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Trasporti

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Lavoro e stage per studenti e laureati

Placement

Lavoro e stage per studenti e laureati

Accesso al mondo del lavoro

Almalaurea

Accesso al mondo del lavoro

Accesso civico

Il Diritto di accesso, previsto dall'art. 5 del D.lgs. n. 33/2013 e successivamente modificato dal D. Lgs. n. 97/2016, operativo dal 23 dicembre 2016, si distingue in semplice, art. 5, comma 1, e generalizzato, art. 5, comma 2.

 

Accesso civico semplice

L'art. 5, comma 1 del D.lgs. n. 33/2013 prevede il diritto di chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati la cui pubblicazione sia stata omessa ed è esercitabile da chiunque a prescindere da particolari requisiti di qualificazione. Qualunque soggetto interessato può chiedere la pubblicazione di informazioni, documenti e dati sui siti istituzionali nel caso in cui sia stata omessa. La richiesta di accesso civico deve essere presentata al Responsabile della trasparenza, per il tramite del Settore affari legali e relazioni con il pubblico, Via Giovanni Di Vincenzo 16/B, 67100 L'Aquila scegliendo una delle seguenti modalità:

  • PEC al seguente indirizzo protocollo@pec.univaq.it. La richiesta deve essere sottoscritta digitalmente;
  • e-mail, tramite indirizzo non certificato urp@strutture.univaq.it, allegando copia del documento di identità di chi firma la richiesta. La firma deve essere accompagnata dal nome in chiaro e dalla qualifica del sottoscrittore;
  • tramite fax al numero 0862431270 allegando copia del documento di identità di chi firma la richiesta;
  • direttamente presso il Settore affari legali e relazioni con il pubblico.

Il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza pubblica il documento, l'informazione o il dato richiesto entro trenta giorni e comunica al richiedente l'avvenuta pubblicazione, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

formato Open Office Modulo Accesso civico semplice

 

Accesso civico generalizzato

L'art. 5, comma 2 del D.lgs. n. 33/2013 prevede il diritto di chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione.

Lo scopo della legge, diverso da quello della L. 241/1990, vuole favorire "forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico”. Tuttavia la stessa legge e le linee guida dell’ANAC raccomandano il rispetto dei limiti al diritto di accesso relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti (es: privacy, difesa, sicurezza, proprietà intellettuale, ecc.). Per presentare una richiesta di accesso generalizzato è disponibile fra i documenti scaricabili un modulo da compilare e firmare. L’istanza deve identificare i dati e i documenti richiesti e contenere le informazioni utili a questo scopo. La richiesta può essere sottoscritta con firma autografa sulla stampa del modello, avendo cura di allegare il documento di carta di identità.

La richiesta di accesso civico generalizzato deve essere presentata al Settore affari legali e relazioni con il pubblico, Via Giovanni Di Vincenzo 16/B, 67100 L'Aquila scegliendo una delle seguenti modalità:

  • PEC al seguente indirizzo protocollo@pec.univaq.it. La richiesta deve essere sottoscritta digitalmente;
  • e-mail, tramite indirizzo non certificato urp@strutture.univaq.it, allegando copia del documento di identità di chi firma la richiesta. La firma deve essere accompagnata dal nome in chiaro e dalla qualifica del sottoscrittore;
  • tramite fax al numero 0862431270 allegando copia del documento di identità di chi firma la richiesta;
  • direttamente presso il Settore affari legali e relazioni con il pubblico.

formato Open Office Modulo Accesso civico generalizzato

 

Registro degli accessi

Nell'anno 2016 non sono pervenute richieste di accesso civico.