Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 

    La Repubblica sul “Pesce d’Aprile” del Master in Web Technology


    STUDENTI

    Riuscire a collocare il sito della propria azienda ai primi posti fra i risultati forniti, ad esempio, da Google o da Yahoo! è divenuta una delle attività strategiche per promuovere il proprio business. Lo studio delle tecniche di ottimizzazione di siti per i motori di ricerca è l’obiettivo principale della search engine optimization  (SEO) ed uno degli argomenti chiave del Master in Web Technology presso l’Università dell’Aquila, già alla quarta edizione. 

    Di questo deve essersi accorto Riccardo Bagnato, giornalista di Repubblica, che ha pubblicato un intero articolo dedicato a cosa sono riusciti a fare gli studenti del Master: ovvero promuovere la scoperta di una nuova specie di pesce mediterraneo chiamato "Funzino apocrifo" ed occupare ben venti pagine di risultati solo su Google. Insomma, un bel pesce d'aprile per i motori di ricerca. E per gli ignari utenti. Non per i ragazzi che ricevono offerte di lavoro anche a tempo indeterminato ovunque in Italia già prima del conseguimento del titolo.

     

    Link all'articolo: http://www.repubblica.it/2008/03/sezioni/scienza_e_tecnologia/funzino-apocrifo/funzino-apocrifo/funzino-apocrifo.html

     

    Informazioni sul Master: http://www.di.univaq.it/mwt


    (15.02.2008)