Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 

    PON Ricerca e Innovazione 2014-2020

    Il Programma Operativo Nazionale Ricerca e Innovazione 2014-2020 è lo strumento con il quale l'Italia contribuisce al miglioramento della qualità dell'istruzione superiore e al rafforzamento della ricerca, dello sviluppo tecnologico e dell'innovazione, realizzando gli obiettivi della politica di coesione dell'Unione europea a favore delle proprie aree territoriali più svantaggiate.

    Il Programma, gestito dal Ministero dell'Università e della Ricerca (MUR), interessa le regioni in transizione: Abruzzo, Molise e Sardegna e le regioni meno sviluppate: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

     

    Il PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 si sviluppa attraverso tre assi prioritari di intervento:

    Asse I - Interventi in capitale umano

    • Dottorati di ricerca innovativi (I.1);
    • Mobilità dei ricercatori (inclusa l’attrazione) (I.2);
    • Istruzione terziaria in ambiti coerenti con la SNSI e sua capacità di attrazione (I.3).

    Asse II – Progetti tematici

    Asse III – Assistenza tecnica

    L'asse III attiene al rispetto delle disposizioni regolamentari europee che prevedono di destinare il 4% delle risorse del PON all'assistenza tecnica per la realizzazione del Programma.

     

    PON Ricerca e Innovazione nuove risorse per contratti di ricerca su tematiche green e sui temi dell’innovazione

    La Commissione Europea ha approvato la riprogrammazione del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 che prevede ora due nuovi Assi:

    - Asse IV “Istruzione e ricerca per il recupero – REACT-EU”

    - Asse V “Assistenza tecnica REACT-EU”.

    In particolare l’obiettivo del Programma è quello di finanziare contratti di ricerca nelle aree tematiche dell’Innovazione (tecnologica, digitale sociale, ecc.) e del Green (conservazione dell’ecosistema, biodiversità, riduzione degli impatti del cambiamento climatico, sviluppo sostenibile, ecc.)

    Le azioni previste nell’ambito dei due assi sono rivolte all’intero territorio nazionale e sono finanziate interamente dalle risorse aggiuntive FSE REACT-EU. In particolare, l’Asse IV può contare su uno stanziamento di 1.138 milioni di euro, di cui 490 destinati alle Regioni del Mezzogiorno, e prevede un’articolazione in 6 nuove azioni:

    • Azione IV.1 - Spese straordinarie per l’acquisizione di personale sanitario ai fini del contrasto alla crisi dei servizi sanitari in conseguenza della pandemia da Covid-19;
    • Azione IV.2 - Sostegno alle famiglie per il pagamento delle tasse universitarie;
    • Azione IV.3 - Borse di studio per studenti meritevoli e in condizione di difficoltà economica;
    • Azione IV.4Dottorati e contratti di ricerca su tematiche dell’innovazione;
    • Azione IV.5 - Dottorati su tematiche green;
    • Azione IV.6Contratti di ricerca su tematiche green.

     

     

     

    Azione I.2 Attrazione e mobilità dei ricercatori

    L’azione ha come obiettivo il supporto alla contrattualizzazione di giovani dottori di ricerca da indirizzare alla mobilità internazionale e di giovani ricercatori attualmente operanti fuori dalle regioni obiettivo del PON 2014-2020, o anche all’estero, da indirizzare verso i territori in ritardo di sviluppo. L’intervento prevede due linee:

    • Linea 1 (Mobilità dei ricercatori): sostegno alla contrattualizzazione come ricercatori a tempo determinato di tipo A di soggetti in possesso del titolo di dottore di ricerca conseguito da non più di quattro anni, da indirizzare alla mobilità internazionale;
    • Linea 2 (Attrazione dei ricercatori): sostegno alla contrattualizzazione, come ricercatori a tempo determinato di tipo A di soggetti in possesso del titolo di dottore di ricerca conseguito da non più di otto anni, operanti presso atenei/enti di ricerca/imprese fuori dalle Regioni obiettivo del PON R&I 2014-2020 o anche all’estero, con esperienza almeno biennale presso tali strutture, riferibile alla:
      • partecipazione o alla conduzione tecnico-scientifica di programmi e/o progetti di ricerca;
      • gestione diretta (o alla relativa assistenza) nelle fasi di predisposizione, di organizzazione, di monitoraggio e di valutazione dei programmi/progetti di ricerca.

     

    L’Università degli Studi dell’Aquila ha ottenuto il finanziamento di 34 contratti per una spesa complessiva di € 6.286.872,13:

    • 26 contratti per Ricercatore/Ricercatrice ai sensi dell’art.24, c.3 lett. a) relativi alla Linea 1;
    • 8 contratti per Ricercatore/Ricercatrice ai sensi dell’art. 24, c. 3 lett. a) relativi alla Linea 2.

     

    A tal fine sono stati emessi 3 bandi di concorso di cui agli estremi che seguono:

    • D.R. Rep. n. 330 – 2019 del 30.04.2019 G.U. n. 34 del 30.04.2019
    • D.R. Rep. n. 331 – 2019 del 30.04.2019 G.U. n. 34 del 30.04.2019
    • D.R. Rep. n. 388 – 2019 del 09.05.2019 G.U. n. 39 del 17.05.2019

     

    Consulta i bandi, le commissioni, i candidati, i verbali delle commissioni e i vincitori dei 34 contratti per Ricercatore/Ricercatrice a tempo determinato.

     

    Normativa

     

    Documenti di riferimento