Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 
Informazioni per la comunità universitaria

Coronavirus

Informazioni per la comunità universitaria

Enrolment information

International Students

Enrolment information

Scopri i nostri corsi!

Orientati

Scopri i nostri corsi!

Servizi per studenti e studentesse

Disabilità e DSA

Servizi per studenti e studentesse

Obiettivi, insegnamenti, programmi

Course catalogue

Obiettivi, insegnamenti, programmi

Avvisi e servizi

Sicurezza

Avvisi e servizi

Un'università per chi vuole guardare lontano

UNIVAQ

Un'università per chi vuole guardare lontano

Ex studenti dell'Ateneo: associazione e interviste

ALUMNI UNIVAQ

Ex studenti dell'Ateneo: associazione e interviste

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Trasporti

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Lavoro e stage per studenti e laureati

Placement

Lavoro e stage per studenti e laureati

Accesso al mondo del lavoro

Almalaurea

Accesso al mondo del lavoro

Affittasi/Cercasi alloggio

Alloggi per studenti

Affittasi/Cercasi alloggio

    FAQ TFA Sostegno

    REQUISITI DI ACCESSO

     

    È possibile partecipare al corso di specializzazione sul sostegno con il solo diploma ITP?

    Coloro che sono in possesso del diploma ITP possono partecipare esclusivamente per la scuola secondaria di II grado senza necessità di acquisire i 24 CFU.

     

    Per partecipare al corso di sostegno, basta il possesso di un titolo di laurea qualsiasi?  

    NO. Innanzitutto è necessario il possesso di una laurea Magistrale, Specialistica o Vecchio Ordinamento. Non è quindi sufficiente il possesso di una laurea triennale.

    Inoltre il titolo di studio posseduto deve comprendere eventuali CFU\insegnamenti richiesti per la relativa classe di concorso in base alla normativa vigente (DPR 19/2016 così come modificato dal DM 259/2017).

    Infine è necessario possedere i 24 CFU nelle discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie didattiche"(DM n. 616/2017).

     

    Posso partecipare con i 3 anni di servizio, senza aver conseguito i 24 CFU? 

    NO. La partecipazione con i soli 3 anni di servizio era prevista per il ciclo precedente (il IV) e solo in prima applicazione. Infatti, l'art. 5 comma 1 del DM 92/2019 che prevedeva tale esonero non è stato richiamato nel DM 95/2020.

     

    Se ho i requisiti di accesso richiesti per più gradi, posso partecipare alle prove concorsuali per più gradi? 

    SI. In tal caso è possibile partecipare alle prove concorsuali per più gradi di scuola, provvedendo a più iscrizioni telematiche quanti sono i gradi di scuola per cui si intende partecipare e provvedendo al pagamento della quota d’iscrizione per ciascun grado.

     

    Posso partecipare alla prove concorsuali per lo stesso grado presso più Atenei? 

    NO. Il test preliminare si svolge in un'unica data stabilita a livello nazionale per lo stesso grado di scuola proprio per non consentire la partecipazione in più atenei. È possibile invece partecipare alle prove concorsuali per differenti gradi (per es. infanzia e secondaria di primo grado, primaria e secondaria di secondo grado) presso Atenei differenti essendo calendarizzate in giorni diversi.

     

    Posso iscrivermi con riserva se non ho ancora conseguito i requisiti di accesso (laurea magistrale, esami integrativi o 24 CFU)?

    NO. Non sono ammesse iscrizioni con riserva. I titoli di accesso devono essere posseduti entro la data di scadenza per la presentazione delle domande.

     

     

    PROVE CONCORSUALI

     

    Quanti candidati sono ammessi alla prova scritta? Qual è il punteggio minimo per accedervi?  

    Sono ammessi alla seconda prova (scritta) un numero di candidati pari al doppio rispetto ai posti messi a bando. Sono ammessi altresì tutti coloro che hanno riportato il medesimo punteggio dell'ultimo candidato ammesso. Infatti il DM 92/2019 ha rettificato il DM 30 settembre 2011 nella misura in cui si prevedeva un punteggio minimo di 21/30; pertanto tale punteggio minimo non è più previsto.

    Esempio: 50 posti banditi; saranno ammessi alla seconda prova 100 candidati più eventuali altri candidati che hanno riportato lo stesso punteggio del 100° concorrente.

     

    Quanti sono i candidati ammessi alla prova orale? 

    Sono ammessi alla prova orale tutti coloro che conseguono una votazione non inferiore a 21/30 alla prova scritta.

     

    Quali sono i titoli valutabili? 

    I titoli culturali, professionali e scientifici, valutabili ai fini della graduatoria finale vengono definiti dai singoli Atenei.

    L'Ateneo aquilano ha definito i seguenti titoli valutabili (fino a un massimo di10 punti):

    • 1 punto per ogni anno (180 giorni anche non continuativi) di servizio di insegnamento sul sostegno fino a un massimo di 5;
    • 1, 25 punti per il titolo di Dottore di ricerca;
    • 1 punto per il possesso di una laurea vecchio ordinamento, laurea specialistica o laurea magistrale oltre al titolo posseduto che costituisce requisito di accesso, fino a un massimo di 2;
    • 0,5 punti per ogni master universitario di almeno 60 CFU, fino a un massimo di 1;
    • 0,25 punti per ogni corso universitario di perfezionamento di almeno 30 CFU, fino a un massimo di 0,75.

     

    Devo sostenere nuovamente le prove preselettive se in uno degli ultimi 4 cicli del sostegno ho superato solo il primo test preselettivo, non risultando in posizione utile per essere ammesso alle prove successive? 

    SI. Bisogna sostenere nuovamente tutte le prove compresa quella preselettiva.

     

     

    INCOMPATIBILITA’

     

    Se sono iscritto ad un corso universitario (corso di laurea/master/corso di perfezionamento) per l’a.a. 2019/2020 posso partecipare alle prove preselettive?

    SI. E’ possibile sostenere tutte le prove concorsuali. Ciò che è infatti incompatibile è la contemporanea iscrizione con il corso TFA Sostegno, dopo aver superato tutte le prove: in tal caso per immatricolarsi al corso di specializzazione per il sostegno sarà necessario congelare il corso di laurea/master/corso di perfezionamento a cui si è iscritti fino al conseguimento del titolo di sostegno.

     

     

    IMMATRICOLAZIONE E FREQUENZA

     

    Nel caso in cui risultassi vincitrice/vincitore (o in posizione utile in seguito allo scorrimento delle graduatorie) per diversi gradi di scuola, potrò immatricolarmi ad un solo grado?

    SI. Il candidato che risulti in posizione utile su più gradi di scuola, dovrà optare per uno solo di esso in quanto non sarà possibile frequentare i corsi di specializzazione per più di un grado.

    Però, in occasione dei successivi cicli potrà essere ammesso in qualità di soprannumerario per l'altro ordine di scuola, non dovendo sostenere nuovamente le relative prove di accesso.

     

    Chi può iscriversi in soprannumero? 

    Ai sensi dell’art. 4.4 del D.M. 92/2019, sono ammessi in soprannumero ai percorsi TFA Sostegno i soggetti che, in occasione dei precedenti cicli di specializzazione:

    • abbiano sospeso il percorso ovvero, pur in posizione utile, non si siano iscritti al percorso;
    • siano risultati vincitori di più procedure e abbiano esercitato le relative opzioni;
    • siano risultati idonei nelle rispettive graduatorie di merito, ma non in posizione utile.

     

    Se possiedo già il titolo di abilitazione per un grado di scuola posso usufruire del percorso abbreviato?

    SI. Coloro che hanno già conseguito il titolo di specializzazione in altro grado di scuola, possono usufruire dell'abbreviazione del percorso purché:

    • risultino utilmente collocati nella graduatoria di merito (vincitori) per l’a.a. 19/20;
    • oppure siano ammessi in sovrannumero in quanto vincitori o idonei di precedenti cicli.

    In ogni caso, per usufruire dell'abbreviazione del percorso sarà comunque necessario aver superato le prove selettive e collocarsi in posizione utile rispetto ai posti messi a bando.

    I corsisti con percorso abbreviato saranno esonerati dalla frequenza degli insegnamenti ma dovranno obbligatoriamente frequentare i laboratori ed effettuare il tirocinio, poichè sono attività specifiche che per ciascun grado di scuola.

     

    La frequenza ai corsi è obbligatoria? 

    SI. Obbligatoria in presenza. Ai sensi dell’art. 3.4 del DM 92/2019, “Le assenze sono accettate nella percentuale del 20% di ciascun insegnamento. Il monte ore relativo è recuperato attraverso modalità definite dai titolari degli insegnamenti. Per il tirocinio e per i laboratori vige l'obbligo integrale di frequenza delle attività previste”.

     

    Quanto dura il corso?

    Il DM 30 settembre 2011 prevede una durata complessiva di almeno 10 mesi di cui almeno 5 mesi di tirocinio diretto. Il decreto ministeriale n. 95 del 12 febbraio 2020 ha previsto la conclusione dei corsi entro maggio 2021. Il DM 176/2020, emanato in seguito all’emergenza Coronavirus, ha stabilito una proroga per i corsi del ciclo 2019/2020, i quali dovranno concludersi entro il 15 giugno 2021.

     

    Com’ è organizzato il calendario didattico? 

    In occasione dei precedenti cicli le lezioni si sono svolte generalmente il venerdì pomeriggio e il sabato per l’intera giornata, più eventuali periodi di lezioni concentrati (per esempio un paio di settimane ad agosto e durante le festività natalizie).

     

    Quali sono i benefici di cui godono i candidati con disabilità in sede concorsuale? 

    I candidati con disabilità pari o superiore al 66% hanno diritto all’esonero dal pagamento del contributo di 150 euro per l’iscrizione alle prove di accesso.

    Inoltre ai sensi del comma 2 bis dell’art. 20 della L. 104/92 (introdotto dalla L.11 agosto 2014 n. 114) la persona affetta da invalidità uguale o superiore all'80% non è tenuta a sostenere la prova preselettiva.  

    I candidati con disabilità o con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento), ai sensi della Legge 5 febbraio 1992 n. 104 e successive modifiche e integrazioni, e ai sensi della L. 170/2010, possono fare esplicita richiesta di ausili necessari in relazione alla propria disabilità o disturbo, nonché di eventuali tempi aggiuntivi per poter sostenere la prova concorsuale. 

     

    Quanto costa il corso di specializzazione sul sostegno? 

    Il costo per l’immatricolazione al corso presso l’Ateneo aquilano (in seguito al superamento delle prove concorsuali) è pari a € 2.700,00 (duemilasettecento,00) più imposta di bollo (€ 16,00) e della tassa regionale per il Diritto allo studio (€140,00). La tassa di iscrizione per i percorsi abbreviati è pari a € 1.800 (milleottocento,00) più imposta di bollo (€ 16,00) e della tassa regionale per il Diritto allo studio (€140,00). La quota di iscrizione dovrà essere versata in un'unica soluzione all'atto del perfezionamento della pratica d'iscrizione.

    I partecipanti al corso con disabilità pari o superiore al 66% non sono tenuti al pagamento della tassa di iscrizione e della tassa regionale per il Diritto allo studio.  Sono tenuti esclusivamente al pagamento dell’imposta di bollo di € 16,00. 

     

     

    GRADUATORIE

     

    Con il conseguimento del titolo di sostegno potrò iscrivermi in II fascia? 

    Il titolo di specializzazione in esame darà diritto all’inserimento nelle graduatorie d’istituto e in quelle provinciali di prossima istituzione.

     

    Se non sono iscritto/iscritta nelle graduatorie d’istituto come faccio valere il titolo conseguito? 

    In attesa delle “finestre annuali” per potersi iscrivere nelle graduatorie d’istituto è possibile inviare le MAD sul sostegno in una sola provincia, avendo priorità nelle convocazioni rispetto ai docenti non specializzati iscritti nelle graduatorie stesse.

     

     

    NORMATIVA DI RIFERIMENTO

     

    D.M. n. 249 del 10/09/2010, come modificato dal D.M. n. 81 del 25 marzo 2013, recante il regolamento concernente: "Definizione della disciplina dei requisiti e delle modalità della formazione iniziale degli insegnanti della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, ai sensi dell'art. 2, comma 416, della Legge n. 244 del 24/12/2007"

    D.M. 30 settembre 2011 “Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto 10 settembre 2010, n. 249” (G.U. n. 78 del 2.4.2012) 

    D.Lgs. 13 aprile 2017, n. 59 (decreto attuativo della Legge 13 luglio 2015, n. 107)"Riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera b), della legge 13 luglio 2015, n. 107"

    Modifiche e integrazioni al D.Lgs. 59/2017 (dal comma 792 al comma 796 della L. 145/2018) Legge 30 dicembre 2018, n. 145  "Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021"

    D.M. 8 febbraio 2019, n. 92 Disposizioni concernenti le procedure di specializzazione sul sostegno di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 10 settembre 2010, n. 249 e successive modificazioni”

    DM 95 del 12.02.2020  "Attivazione dei percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno scolastico TFA 2019/2020"

    DM 176 dell'11.03.2020 - date di svolgimento dei test preliminari - Posticipo date svolgimento test preliminari ai giorni 18 e 19 maggio 2020

    DM 41 del 28.04.2020 relativo al posticipo delle date del test preliminare