Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 

    Tutela tramite brevetti e altri tipi di proprietà industriale

    Alla proprietà industriale e intellettuale di un'invenzione viene riconosciuto un valore prima ancora che questa diventi un nuovo prodotto, un nuovo processo o un servizio.

    L’Università dell’Aquila intende sensibilizzare i ricercatori sull’importanza di tuelare i risultati delle loro ricerche e sulle iniziative per la valorizzazione commerciale in ambito industriale. 

    La proprietà industriale comprende un insieme di diritti acquisibili mediante brevettazione, registrazione o negli altri modi previsti dal codice della proprietà industriale (decreto legislativo 10 febbraio 2005, n. 30).

    Si acquistano mediante brevettazione:
    le invenzioni
    i modelli di utilità
    le nuove varietà vegetali
    Si acquistano mediante registrazione:
    i marchi
    i disegni e modelli
    le topografie dei prodotti a semiconduttori.
    strumento di divulgazione scientifica alla pari delle pubblicazioni;
    punto chiave per il trasferimento di tecnologia;
    fonte di risorse aggiuntive per l’Università.

    Si acquistano mediante brevettazione:

    • le invenzioni
    • i modelli di utilità
    • le nuove varietà vegetali

    Si acquistano mediante registrazione:

    • i marchi
    • i disegni e modelli
    • le topografie dei prodotti a semiconduttori.

    Da inserire qualcosa sul software

    Vantaggi per i ricercatori e l'Ateneo

    • strumento essenziale per il trasferimento di tecnologia verso il tessuto imprenditoriale
    • fonte di risorse aggiuntive per l’Università e i Dipartimenti, in caso di valorizzazione economica
    • strumento di divulgazione scientifica alla pari delle pubblicazioni

    Modalità di attivazione:

    Il ricercatore che decide di tutelare:

    • può cedere i diritti patrimoniali all’Università che sosterrà i costi della tutela (procedura ordinaria) ed otterà una quota dei potenziali ricavi della valorizzazione (non inferiori al 50%)
    • può farlo a proprio nome sostenendo tutti i relativi costi, comunicando all'università l'avvenuto deposito/registrazione. Quest'ultima avrà diritto, ex lege, ad una quota non inferiore al 30% dei potenziali ricavi (procedura semplificata).

    In queste pagine è possibile conoscere cosa poter tutelare e le procedure per la brevettazione

     

    RIFERIMENTI NORMATIVI E LINK UTILI

    Regolamento UnivAQ

    Riferimenti normativi

    • D.M. 13 gennaio 2010, n. 33 Regolamento attuativo del Codice Proprietà Industriale
    • D.lgs. 10 febbraio 2005, n. 30 - Codice Proprietà Industriale
    • Decreto 27 giugno 2008 - Brevetto per invenzione industriale
    • Decreto 2 aprile 2007 - Tariffe sui brevetti e modelli
    • Circolare n. 570 del 30 giugno 2008 Brevetto per invenzione industriale
    • Circolare MAP n. 471 del 27.07.05 - Nuovo Codice della Proprietà Industriale.

    Link utili

    • Progetto ProMiSE
    • Ufficio Italiano Brevetti e Marchi - www.uibm.gov.it
    • European Patent Office - www.epo.org
    • WIPO - World Intellectual Property Organization - www.wipo.int