Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 

    Benessere organizzativo

    foto

     

    Il “benessere organizzativo” riguarda la qualità della relazione tra le persone e il contesto di lavoro. Produrre benessere organizzativo significa, per una organizzazione, promuovere e mantenere il più alto grado di benessere fisico, psicologico e sociale in ciascun lavoratore in ogni tipo di occupazione. Quando si rilevano condizioni di scarso benessere organizzativo, si portano alla luce fenomeni di diminuzione della produttività, assenteismo, bassi livelli di motivazione, ridotta disponibilità al lavoro, carenza di fiducia, mancanza di impegno, aumento di reclami e lamentele dall’utenza. Questi ed altri indicatori di malessere non sono altro che il riflesso dello stato di disagio e malessere psicologico di chi lavora. La riduzione della qualità della vita lavorativa in generale e del senso individuale di benessere rende, pertanto, onerosa la convivenza e lo sviluppo dell'organizzazione.

    L'Ateneo, secondo quanto previsto dall'attuazione dell’art. 14, comma 5, del Decreto legislativo del 27 ottobre 2009, n. 150, per espressa disposizione dell'ANAC ha avviato una rilevazione dello stato del clima organizzativo al suo interno, attraverso la somministrazione di un questionario sul benessere al personale tecnico-amministrativo. Si tratta di un’iniziativa importante che permette di raccogliere preziose informazioni sulla nostra Università e di individuare aree di criticità, favorendo la messa in campo di interventi per il miglioramento del livello di benessere e di qualità della vita delle lavoratrici e dei lavoratori con azioni volte all’innovazione e al miglioramento dell’organizzazione interna. In una prospettiva di moderna gestione delle risorse umane e di effettiva tutela, che esuli dalla ristretta concezione delle misure antinfortunistiche, risulta estremamente importante comprendere quale sia il livello di benessere interno nella sua complessità. La diagnosi del clima organizzativo consente di rilevare quindi eventuali aree di criticità e di acquisire spunti importanti per programmare e realizzare interventi di miglioramento sia della qualità della vita lavorativa sia dell’efficacia ed efficienza organizzativa. L’indagine sul clima organizzativo, del tutto anonima e puramente volontaria, rappresenta pertanto una opportunità per tutto il personale tecnico-amministrativo che può esprimere liberamente le proprie opinioni personali e che può creare in tal modo un canale di comunicazione verticale all’interno della struttura amministrativa di afferenza.

     

    Iniziative dell’Ateneo per benessere organizzativo e pari opportunità 2022

    Benessere organizzativo 2015

     

    Benessere organizzativo 2014

     

    Benessere organizzativo 2011 - 2013

    • Presentazione dell’iniziativa
    • Presentazione del progetto effettuata in data 28.11.2011 dal Direttore amministrativo, Dott. Pietro Di Benedetto alle OO.SS., alle R.S.U., alla Consulta del personale tecnico-amministrativo, ai R.L.S.
    • Relazione sulla fase di predisposizione e somministrazione degli strumenti di rilevazione e raccolta dati
    • Relazione sul benessere organizzativo nell'Ateneo