Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 
Affittasi/Cercasi alloggio

Alloggi per studenti

Affittasi/Cercasi alloggio

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Trasporti

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Lavoro e stage per studenti e laureati

Placement

Lavoro e stage per studenti e laureati

Indice di gradimento dei servizi

Mettiamoci la faccia

Indice di gradimento dei servizi

Accesso al mondo del lavoro

Almalaurea

Accesso al mondo del lavoro

Comitato etico di Ateneo

Nello svolgimento della sua attività, il "Comitato etico di Ateneo per la valutazione di studi epidemiologici e osservazionali non farmacologici" fa riferimento, in un’ottica di pluralismo di orientamenti etici, alla disciplina nazionale, comunitaria ed internazionale di natura giuridica, deontologica ed etica, i cui riferimenti sono contenuti nel documento: "Normativa di riferimento per l'istituzione del Comitato etico di Ateneo dell'Università degli studi dell'Aquila". In particolare si fa riferimento a quanto espresso nel D.Lgs. n. 200 del 6.11.2007, nel D.Lgs. n. 211 del 2003 e nel D.M. 12.5.2006 con cui il legislatore ha regolato l’istituzione di comitati etici per la sperimentazione clinica dei medicinali, e ha escluso dall’ambito di applicazione di tale normativa sia le sperimentazioni di farmaci cosiddette non interventistiche (o studi osservazionali), sia le sperimentazioni sull’essere umano che non riguardano impiego di farmaci o che riguardano materiale biologico umano (tessuti, cellule etc.).

Il Comitato si ispira, in particolare, ai principi indicati nei documenti nazionali, comunitari ed internazionali sulla buona pratica clinica e sulla sperimentazione con l’essere umano, rivolgendo particolare attenzione alla versione corrente della Dichiarazione di Helsinki.

Il Comitato ha il compito di tutelare i diritti, la dignità, l’integrità, il benessere fisico, psicologico e sociale di esseri umani coinvolti in ricerche. A tale fine, il Comitato esprime pareri motivati su richiesta di singoli ricercatori o di strutture didattiche e scientifiche. Il Comitato può promuovere inoltre la riflessione, la formazione e la discussione pubblica per favorire lo sviluppo di una sensibilità etica. Il Comitato nella valutazione dell’eticità della sperimentazione verifica la conformità del protocollo agli obiettivi della ricerca e alla normativa di settore.

Il Comitato si dota di linee guida e di specifiche procedure operative in linea con la normativa vigente e con il Regolamento. Gli atti del Comitato non sostituiscono la responsabilità giuridica, deontologica e morale di chi propone e conduce la sperimentazione. Sono fatte salve le competenze attribuite per legge o convenzione al Comitato etico di altro Ente.

 

Il "Comitato etico di Ateneo per la valutazione di studi epidemiologici e osservazionali non farmacologici", istituito con D.R. n. 206/2013, è così composto:

 

Carmine Marini Presidente
Mauro Arcangeli  
Francesca Caroccia  
Maria Concetta Fargnoli  
Giuseppe Paradiso Galatioto  
Francesca Pistoia  

Anna Rita Volpe

 
Francesca Zazzeroni  
Mauro Daniele Medico non universitario,
designato dall'Ordine dei medici chirurghi
e degli odontoiatri della Provincia dell'Aquila
Massimiliano Trippitelli Segretario

 

 

Pareri in merito ai Protocolli di studio