Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 
Affittasi/Cercasi alloggio

Alloggi per studenti

Affittasi/Cercasi alloggio

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Trasporti

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Lavoro e stage per studenti e laureati

Placement

Lavoro e stage per studenti e laureati

Indice di gradimento dei servizi

Mettiamoci la faccia

Indice di gradimento dei servizi

Accesso al mondo del lavoro

Almalaurea

Accesso al mondo del lavoro

Brevetti

Alla proprietà intellettuale di una invenzione viene riconosciuto un valore prima ancora che questa diventi un nuovo prodotto, un nuovo processo o un servizio. In questa prospettiva l’Università dell’Aquila intende sensibilizzare i ricercatori sull’importanza di brevettare i risultati delle loro ricerche e sulle iniziative per la valorizzazione commerciale in ambito industriale. Per sua natura, il brevetto non può prescindere dal risultato economico che ne deve derivare, per questo motivo l’Università dell’Aquila pone particolare attenzione agli aspetti di collegamento tra ricerca universitaria e realtà industriale fornendo ai ricercatori informazioni sullo stato dell’arte nel settore d’interesse ed effettuando ricerche di fattibilità volte a sondare l’impatto del prodotto sul mercato. Diventando uno strumento abituale nelle politiche universitarie, il brevetto potrà essere:

  • strumento di divulgazione scientifica alla pari delle pubblicazioni
  • punto chiave per il trasferimento di tecnologia
  • fonte di risorse aggiuntive per l’Università



Regolamento dell'Università degli Studi dell'Aquila in materia di brevetti
Commissione tecnica brevetti
Portfolio brevetti dell'Università

Procedure per la brevettazione
Informazioni generali
Il brevetto permette di ottenere un monopolio temporaneo sul trovato tutelando l’invenzione e consentendo all’inventore il diritto di sfruttamento in regime di esclusiva. La tutela del brevetto si ottiene attraverso un iter che è relativo alle tipologie di copertura e a quelle di prodotto o di processo che ne è oggetto.

Forme di assistenza
Il Settore trasferimento tecnologico e partecipazioni affianca i ricercatori con una stretta attività di tutoraggio nella preparazione della documentazione necessaria alla valutazione da parte della Commissione Brevetti d’Ateneo e nella preparazione della domanda di brevetto, che rimane vincolata al parere positivo della Commissione Brevetti.

Requisiti per la brevettabilità

Richiesta di brevettazione
Per attivare la richiesta di brevettazione sulle invenzioni ottenute nell’ambito delle università è possibile seguire due procedure di brevettazione:

  • Procedura semplificata: attualmente è vigente il D. Lgs. 10 febbraio 2005 nr. 30, che all’articolo 65 lascia libertà ai ricercatori di optare per il deposito di un brevetto a nome proprio nel caso di invenzione conseguita in ambito universitario. L’inventore può procedere autonomamente al deposito della domanda di brevetto assumendosene gli oneri e informandone l’Università (con comunicazione al Magnifico Rettore). In seguito e qualora egli intenda cederne i diritti all’Università e la Commissione Tecnica Brevetti riconosca la validità del brevetto, l’Università assumerà tutti gli oneri per la valorizzazione e il sostegno finanziario dell’invenzione. In tal caso gli oneri sono i seguenti:  
    1. l’Università non si fa carico di alcuna spesa
    2. il ricercatore ha l’obbligo di comunicare il deposito al Settore trasferimento tecnologico e partecipazioni
    3. l’Università ha comunque il diritto riconosciuto dalla legge, a partecipare agli eventuali proventi derivati dallo sfruttamento commerciale del brevetto. Nel caso dell’Università dell’Aquila la percentuale di partecipazione è pari al 30%
  • Procedura ordinaria: il ricercatore non interessato a brevettare in modo autonomo può presentare richiesta di deposito, indirizzata al Magnifico Rettore e redatta utilizzando l’apposita scheda, presso la sede del Liaison Office. La richiesta viene esaminata dalla Commissione Tecnica che in caso di parere positivo si esprime in merito all’opportunità di procedere al deposito del brevetto entro 60 giorni dalla presentazione della richiesta, inoltrando la domanda di brevetto presso gli uffici competenti del Ministero dell’Industria e della Camera di Commercio. Il Consiglio di Amministrazione delibera sulla proposta di brevettazione e, sulla base del parere favorevole della Commissione Tecnica, ne autorizza la relativa spesa, facendola gravare sull’apposita voce di bilancio.


Scheda per la procedura di brevettazione formato.pdf, formato.doc

Modulo per comunicazione e proposta di cessione di brevetto

Riferimenti normativi

Per qualsiasi chiarimento sulla compilazione dei moduli si prega di contattare lo staff del Settore trasferimento tecnologico e partecipazioni.