Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 
.
.
  • Documenti correlati
.
.
Affittasi/Cercasi alloggio

Alloggi per studenti

Affittasi/Cercasi alloggio

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Trasporti

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Lavoro e stage per studenti e laureati

Placement

Lavoro e stage per studenti e laureati

Indice di gradimento dei servizi

Mettiamoci la faccia

Indice di gradimento dei servizi

Accesso al mondo del lavoro

Almalaurea

Accesso al mondo del lavoro

Libretto d’iscrizione

Gli studenti che si immatricolano ricevono il libretto di iscrizione.
Lo studente è responsabile personalmente di eventuali alterazioni apportate al libretto. Qualunque alterazione fa perdere la validità del libretto e rende lo studente passibile di provvedimento disciplinare e, nei casi più gravi, di denuncia all’Autorità giudiziaria

Duplicato del libretto

In caso di smarrimento del libretto, di distruzione o di deterioramento al punto tale di diventare inutilizzabile, l’interessato può chiedere, dietro presentazione di domanda al Rettore, il rilascio del duplicato allegando la ricevuta del versamento del prescritto contributo (€ 15.49), una fotografia formato tessera e, inoltre, a seconda dei casi: la copia della denuncia di smarrimento inoltrata alla Questura o l’autodichiarazione attestante l’avvenuta distruzione dell’originale o gli eventi che lo hanno determinato. Gli studenti  che hanno perso il libretto a seguito del sisma sono esonerati dalla denuncia e dal pagamento.

Attivazione e gestione di una carriera “alias” per soggetti in transizione di genere

 

Negli ultimi decenni l’aumento dell’attenzione alle problematiche relative alla privacy e al rispetto della persona ha portato all’adozione di una serie di provvedimenti volti alla tutela dell’individuo in tutte le sue particolarità.

La legge n. 164/1982 prevede tutti i passaggi necessari per ottenere la riattribuzione legale del sesso con relativa modifica dei documenti dell’interessato/a ma non prende in considerazione il lungo periodo durante il quale il trattamento psicologico e medico si sviluppa e l’interessato/a deve affrontare la vita quotidiana nella società.

In tale ambito, l’Ateneo vuole tutelare lo/la studente/studentessa che con grave imbarazzo deve affrontare le conseguenze che comportano il contrasto tra il suo aspetto esteriore e il nome che emerge ad ogni appello d’esame o comunque in occasione di un confronto pubblico con i compagni di corso e con i docenti.

A tal fine, le carriere di questi studenti verranno gestite attivando una carriera “alias”, mediante l’assegnazione di una identità provvisoria transitoria e non consolidabile e con la consegna al/alla richiedente di un nuovo libretto universitario di riconoscimento indicante il cognome e il nome scelto dallo/a stesso/a e la matricola universitaria ed il sistema informatico sarà disponibile per la prenotazione e la registrazione degli esami sulla carriera “alias”. Il libretto connesso alla carriera alias potrà essere esibito solo all’interno dell’Università e non potrà essere utilizzato per alcuno scopo né esibito all’esterno dell’Università. L’Università non produrrà alcuna certificazione o attestazione relativa alla carriera alias.

Coloro che intendono richiedere l’attivazione di una carriera “alias” dovranno rivolgersi al CUG – Comitato Unico di Garanzia dell’Università degli Studi dell’Aquila presentando la documentazione attestante la presa in carico del/della richiedente da parte di una struttura sanitaria che si occupi di disforia di genere.

L’adozione di una carriera legale e di una carriera alias comporterà la sottoscrizione da parte del/della richiedente di un accordo confidenziale disponibile presso le segreterie studenti.

La figura di riferimento per la gestione della carriera è il Responsabile della segreteria studenti e il Presidente del corso di laurea o suo delegato sarà il docente che in veste di tutor seguirà l’interessato/a lungo tutta la sua carriera universitaria.